Presentazione dell’Associazione al quartiere Navile – lunedi 10 giugno 2019

In Emilia-Romagna gli uomini responsabili di almeno un atto di violenza fisica o sessuale nell’arco della vita di una donna sono pari al 33,6% (ISTAT 2015). Si tratta di un fenomeno in forte emersione grazie alla presenza radicata in questo territorio dei Centri antiviolenza e di un clima culturale e una sensibilità sociale più aperti al riconoscimento dell’inaccettabilità dell’uso della violenza, dei bisogni delle donne e di bambine e bambini che ne sono vittime.

presentazione SENZA VIOLENZA al Quartiere Navile

Per questo motivo ha aperto in via de’ Buttieri 9/A “Senza Violenza” un luogo di ascolto e aiuto per uomini che usano violenza nelle relazioni di intimità e vogliono smettere. La nascita di questo centro viene da lontano. Ha una storia e un percorso strettamente intrecciato con quello della Casa delle donne di Bologna e con la Casa delle donne contro la violenza di Modena ed in particolare alcune operatrici e socie di questi Centri antiviolenza che hanno cercato, pensato e voluto un luogo come questo. Allo stesso tempo quello che ha reso possibile questo progetto è stato l’incontro con uomini sensibili e con un percorso proprio sulla questione del genere e della differenza sessuale, disposti a
spendersi e ad impegnarsi a livello personale, politico e professionale per far cessare la violenza maschile contro le donne. Questo centro nasce da un atto di fiducia e da una scommessa, che per alcuni/e è una ferma convinzione: che sia possibile lavorare insieme uomini e donne contro la violenza maschile, che nel qui e ora di questa esperienza si possa riconoscere e de-costruire il dominio praticato e/o interiorizzato, vivere e sperimentare un mondo migliore. Il Centro è stato ideato a partire dall’esperienza e dal punto di vista che le donne hanno espresso sulla violenza maschile e dalla convinzione che la libertà e l’autodeterminazione femminili siano fondamenti di civiltà da salvaguardare e affermare per tutti e tutte.

Il nuovo Centro nasce da un protocollo di collaborazione tra l’associazione Senza Violenza, il Comune di Bologna, la Casa delle donne per non subire violenza e ASP Città di Bologna, già partner con ASC InSieme nel progetto Radice, da cui l’azione ha preso le mosse.

Il Centro offre agli uomini autori di violenza percorsi individuali e/o di gruppo gratuiti, diretti al cambiamento dei comportamenti violenti e attraverso un’azione politico culturale di informazione, formazione e sensibilizzazione rivolta alla cittadinanza e alle istituzioni.
L’uso della violenza è, ad oggi, prerogativa maschile. È necessario che gli uomini si assumano la responsabilità e pongano fine alle violenze che agiscono contro donne e bambine/i.

La cittadinanza è invitata  alla presentazione delle attività del centro, in collaborazione con il Comune di Bologna e il Quartiere Navile. L’incontro si terrà lunedi 10 giugno 2019 alle 17:30presso la sala consilia re Cesare Masina in via di Salieto 3/20 (Parco Zucca).

Saranno presenti:

Susanna Zaccaria, assessora alle Pari opportunità e al Contrasto della
violenza di genere

Daniele Ara, presidente del Quartiere Navile

Giuditta Creazzo e Umberto Coli, associazione Senza Violenza

Elisa Riccioni, consigliera del Quartiere Navile con delega alla parità di genere

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi